you are here:

Cerca nel sito

Pubblicità 2

Per la tua pubblicità, contatta l'amministratore

Pubblicità 3

Per la tua pubblicità, contatta l'amministratore

Piscina e campo da tennis non fanno la casa di lusso PDF Stampa E-mail
Informazioni legali - Sentenze Massime
Cassazione, sezione quinta, 14 dicembre 2005 n. 27617

 Secondo la Suprema Corte (Cass. n. 27617 del 14 dicembre 2005), la presenza di piscine, come dei campi da tennis, non è né insolita, né impossibile per le dimore residenziali;
Il D.M. 2 agosto 1969 prevede che simili accessori possono attribuire all’immobile le caratteristiche “di lusso”, fiscalmente rilevanti, solo in presenza di «determinate condizioni» e, soprattutto, «soltanto» nell’ipotesi di una piscina di almeno 80 mq di superficie o campi da tennis con sottofondo drenato di superficie non inferiore a 650 mq», mentre nel caso di piscine e campi da tennis posti al servizio di un edificio o di un complesso di edifici , trattasi soltanto di uno solo degli elementi che possono «concorrere» a determinare tale qualità.