you are here:

Cerca nel sito

Pubblicità 2

Per la tua pubblicità, contatta l'amministratore

Pubblicità 3

Per la tua pubblicità, contatta l'amministratore

Responsabilità civile per rovina di edificio e uso anomalo del bene PDF Stampa E-mail
Informazioni legali - Sentenze Massime
Cassazione civile, Sez .III, 14 ottobre 2005, n. 19975

Ai sensi dell'art. 2053 c.c., la responsabilità del proprietario per i danni cagionati a terzi dalla rovina dell'edificio sussiste in dipendenza di ogni disgregazione, sia pure limitata, degli elementi strutturali della costruzione, ovvero degli elementi accessori in essa stabilmente incorporati. Con sentenza n. 19975 del 14 ottobre 2005, la S.C. ha cassato la sentenza di appello che, in considerazione dell'uso anomalo del bene da parte del danneggiato, ha escluso il configurarsi della suddetta responsabilità nel caso di un calciatore che, arrampicatosi con una scala di legno sul tetto dello spogliatoio per recuperare il pallone finito fuori dal terreno di gioco, sia salito sul solaio dello spogliatoio e, in seguito al cedimento del crollo del parapetto al quale si era appoggiato per guardare nella strada sottostante, sia precipitato al suolo subendo lesioni mortali.