you are here:

Avviso

 

 

VENDO TENUTA AGRICOLA FORESTALE

DI MIA PROPRIETA' A

PESCAGLIA (LU)

CHI E' INTERESSATO MI CONTATTI

 

Cerca nel sito

Pubblicità 2

Per la tua pubblicità, contatta l'amministratore

Pubblicità 3

Per la tua pubblicità, contatta l'amministratore

Chi deve pagare i costi per l'avvenuta sopraelevazione? PDF Stampa E-mail
Comunicazione - Chiedi e ti Rispondo

Egr. sig. Umberto Testa mi scuso se la importuno, ma vorrei sottoporle due quesiti :

Nel n/s condominio, un condomino che era proprietario di una certa parte di sottotetti,ha acquistato da altri condomini la rimanente parte dei sottotetti .

Ha poi costruito un nuovo piano per un totale di 6 appartamenti(n. b. trattasi di vero e proprio piano, non recupero sottotetti, in quanto è stata cambiata la tipologia della costruzione cambiando la foggia dei tetti alzando i colmi e, facendo alla fine un terrazzo che prima non esisteva).Assieme a questa nuova costruzione ha ristrutturato altri 4 appartamenti.

1°) quesito: in concomitanza della sua richiesta di abitabilità/agibilità dei nuovi appartamenti ,e di quelli ristrutturati, il comune ha richiesto il collaudo statico di tutto l'intero complesso. Il condomino costruttore vuole spalmare la spesa del collaudo tra tutti i condomini adducendo come causale il fatto che il comune lo ha richiesto perché tutto il condominio è privo di abitabilità/agibilità. Faccio notare che l'intero immobile è stato costruito nel 1918/20 ( mi sembra che ci sia una normativa per cui per immobili antecedenti il 1934 e mai ristrutturati completamente, non sia richiesta questa benedetta Abitabilità).

Quindi i rimanenti condomini come si devono comportare?

2°) quesito:

Per questo condominio, nel 2004 , sono stati riaccatastati tutti gli appartamenti 28 in totale(perché i precedenti proprietari, avevano fatto modifiche varie, ma senza mai dichiararle, tipo costruzione di bagni interni agli appartamenti, spostamenti di divisori, ecc.) e, in quella occasione siccome si proponeva la costituzione di un condominio, dato che i proprietari erano aumentati ben oltre il minimo di 4, si è proceduto alla stesura ed assegnazione dei millesimi di proprietà.

Ora con la nuova costruzione e, come conseguenza alla sopraelevazione, l'istallazione di due Ascensori, richiesti appunto per la costruzione di un nuovo piano, i millesimi di proprietà sono naturalmente cambiati, e il costo per questa nuova rivalutazione millesimale, il suddetto costruttore-condomino vuole ancora suddividerlo tra tutti perché secondo "lui" lo stravolgimento dei millesimi è stato causato dall'istallazione degli ascensori e non dalla sopraelevazione.

Secondo Lei come ci dovremmo comportare noi rimanenti condomini?

La pregherei se potesse rispondermi per e-mail oppure anche telefonicamente.

Se questo suo intervento comportasse un onere da parte mia, me lo faccia sapere, affinché io possa provvedere.

Per ora un grazie infinito.

CHIOLA FRANCO



Per quanto concerne il primo quesito, il condomino costruttore non può richiedere di spalmare su tutto il condominio il costo del collaudo statico dell'intero immobile, in quanto è vero che è un suo diritto il sopraelevare ma, è pur vero che sopraelevando egli adduce un maggior peso all'intero immobile ed alle strutture portanti dello stesso, pertanto deve comprovare con una relazione tecnica asseverata, che non è stata intaccata la staticità e deve farlo collaudare.

Inoltre la sopraelevazione ha causato un cambiamento nella volumetria, nella proprietà e nei diritti ad essa legata, quindi vanno cambiate la tabella millesimale di proprietà e dei servizi vari, il tutto a spese di chi è stato “causa” di tale variazione ed il signore che ha sopraelevato deve oltremodo, qualora abbia determinato anche un minor valore delle altre unità immobiliari e dei loro diritti, risarcire parimenti i titolari di tali unità.

L'abitabilità e l'agibilità il corpo di fabbrica non poteva averle in quanto la costruzione è stata fatta in un periodo storico in cui non vi era l'obbligo di tale documentazione, quindi la richiesta di tale documentazione si è creata in quanto è stata modificata la struttura dell'immobile ed ha dato adito ad altre licenze ed alla richiesta delle certificazioni ad esse legate.

Lo stravolgimento dei millesimi è stato causato non dagli ascensori ma dalla modifica del corpo di fabbrica apportato da chi nel diritto di poterlo fare a sopraelevato e non dagli ascensori che hanno delle tabelle millesimali specifiche inerenti i servizi ed i macchinari per erogare servizi.

Distinti saluti

Umberto Testa