you are here:

Cerca nel sito

Pubblicità 2

Per la tua pubblicità, contatta l'amministratore

Pubblicità 3

Per la tua pubblicità, contatta l'amministratore

Ripartizione spese comuni PDF Stampa E-mail
Comunicazione - Chiedi e ti Rispondo
Egregio amministratore, 
Le scrivo in merito ad un problema di divisione spese di ristrutturazione del tetto.
Le cose stanno così: io abito in una palazzina composta di quattro appartamenti, il mio è al secondo e
ultimo piano ed ho la proprietà dell'intera soffitta, non interamente abitabile, abbiamo urgente necessità
di ristrutturare il tetto quarantennale in quanto filtra acqua in ogni punto; oltre a questo uno dei condomini,
quello del piano terra non vuole fare il lavoro mentre gli altri sono d'accordo.

Le mie domande sono:
- può il condomino suddetto rifiutarsi di eseguire il lavoro vista l'urgenza?
- la spesa che dovremo affrontare dovrà essere divisa oltre che in base ai metri dell'appartamento anche
tenendo conto del piano e della proprietà della soffitta?

La ringrazio per la consulenza e porgo distinti saluti!

Dovreste dare incarico ad un tecnico abilitato, per la redazione della tabella dei millesimi di proprietà per ora e
per il futuro, in modo da poter attribuire le spese in modo corretto ad ognuno di voi, comunque, dovete tenere
conto di tutte le unità immobiliari , quindi anche della soffitta e del piano.

Il condomino non può rifiutarsi di pagare le spese per la ristrutturazione del tetto, oltremodo se urgente. Nel
caso mettesse in dubbio che si devono fare i lavori, gli fate presente che se desidera si possono chiamare i
vigili del fuoco per farlo , rendendogli noto che potrebbero dichiarare lo stabile non abitabile o che se vuole
chiamasse a sue spese un tecnico abilitato.

Se tutto ciò non lo convince, fate i lavori, e date mandato ad un legale per procedere presso le autorità
competenti per recuperare la sua quota parte.

Distinti saluti
Umberto Testa