you are here:

Avviso

 

 

VENDO TENUTA AGRICOLA FORESTALE

DI MIA PROPRIETA' A

PESCAGLIA (LU)

CHI E' INTERESSATO MI CONTATTI

 

Cerca nel sito

Pubblicità 2

Per la tua pubblicità, contatta l'amministratore

Pubblicità 3

Per la tua pubblicità, contatta l'amministratore

Canna fumaria PDF Stampa E-mail
Comunicazione - Chiedi e ti Rispondo

Ho appena locato un locale uso commerciale per aprire una pizzeria ristorante, ho chiesto all'amministratore di condominio l'autorizzazione che prontamente mi ha firmato autorizzandomi all'apposizione della canna fumaria, dopo aver presentato regolare DIA ho iniziato i lavori ma alcuni condomini si stanno opponendo all'apposizione della canna, all'interno dell'atrio ci sono altre canne fumarie di altre attività commerciali apposte anch'esse con autorizzazione dell'amministratore senza convocazione dell'assemblea dei condomini anche se il regolamento di condominio vieta l'apposizione delle canne fumarie, come mi devo comportare?
Grazie.


Se il regolamento di condominio è contrattuale, ci vuole l'unanimità dei condomini che approvino la sua richiesta; se non è contrattuale bastano i due terzi. Questo sia per lei che per tutti.
Cè una sentenza del Consiglio di Stato che asserisce che si può installare e così recita:

Il condomino può installare una nuova canna fumaria a prescindere dal consenso degli altri partecipanti alla comunione
Consiglio di Stato, Sezione V, sentenza 3 gennaio 2006, n° 11
il singolo condomino ha titolo, anche se il condominio non abbia dato o abbia negato il proprio consenso, ad ottenere la concessione edilizia per un’opera a servizio della sua abitazione e sita sul muro perimetrale comune, che si attenga ai limiti dell’art. 1102 cod. civ. e ciò a maggiore ragione nel caso in cui l’opera sia diretta ad evitare la diffusione dei fumi di cottura di un ristorante che incidono in modo gravemente negativo sulle condizioni di vita dei condomini (fattispecie relativa all’installazione di una "nuova" canna fumaria in sostituzione di altra preesistente e inadeguata)”.

Distinti saluti
Umberto Testa